.04.02

Mission Fondazione Canonici Mattei

Home / Fondazione / Mission Fondazione Canonici Mattei

La Fondazione "Opera don Cipriano Canonici Mattei Duca di Giove e Marchese di Montegibio" con sede in Ferrara, è sorta per disposizione testamentaria in data 7 maggio 1901 del Duca Carlo Canonici Mattei.

Già istituzione pubblica di assistenza e beneficienza, l'Opera ha assunto natura giuridica privata ai sensi dell'art. 12 del Codice Civile, con decreto del Presidente della Giunta della Regione Emilia Romagna del 12 ottobre 1995.

La Fondazione opera a favore dei minori e dei giovani, preferibilmente ferraresi, sia favorendone l'accesso a strutture scolastiche e prescolastiche ed a strutture educative qualificate che trasmettono loro i valori morali della religione cattolica, sia collaborando con gli Enti gestori di dette strutture onde agevolare l'organizzazione ed il funzionamento dei sevizi. Secondariamente la Fondazione svolge direttamente attività di supporto sociale e culturale per minori e giovani. Dette attività sono svolte nel massimo rispetto dei destinatari.

La Fondazione provvede ai propri scopi mediante l'utilizzazione diretta del proprio patrimonio e delle relative rendite, nonchè mediante contributi di Enti e di privati e proventi derivanti da convenzioni stipulate preferibilmente con Enti pubblici.

(art. 1-2-3 dello Statuto).

La Fondazione è amministrata da un Consiglio nominato ogni quattro anni dall'Arcivescovo pro-tempore di Ferrara.

L'Opera è stata istituita nel 1946 dopo che si erano verificate le circostanze previste dal Testamento del Duca Carlo Canonici Mattei ed ha iniziato l'attività nel 1951 aprendo un doposcuola.

Essendo stato gravemente danneggiato dagli eventi bellici il palazzo Canonici Mattei presso il quale l'attività di assistenza si sarebbe dovuta svolgere, l'Opera acquistò nel 1953 il palazzo Gulinelli in Corso Ercole I D'Este e, dopo restauri ed adattamenti che proseguirono fino al 1985, dal 1956 sotto la denominazione di "Istituto Canonici Mattei", si insediò un'attività scolastica che dalla scuola primaria e secondaria, ha via via sviluppato i cicli di liceo classico e di liceo linguistico europeo.

Il terremoto del 2012 ha impedito il proseguimento dell'utilizzo del palazzo e le attività scolastiche sono state insediate altrove continuando tuttavia l'Opera ad assicurare il proprio sostegno economico.